Vieni con me!

Siamo tutti fratelli Caponi!

Piccolo consiglio prima della lettura: questo articolo è sconsigliato alle persone che non credono nei sogni e che non mangerebbero pizza tutti i giorni!

                                          Benvenuti a Casa Caponi!

Appena ti trovi fuori al cancello di Palazzo Fusco, sul corso Umberto di Torre Annunziata,dove si trova la nuova sede di Casa Caponi,capisci che non sei in unapizzeria comune, ma ti senti a “casa”.

Una delle prime particolarità appena entrati,è sicuramente quella di non trovarsi davanti una classica pizzeria, con delle sale,ma con vere e proprie stanze ognuna di loro ispirate ad uno dei famosi film di Totò: “Totò, Peppino, e la Malafemmina”.

Stanza Mezzacapa

Tra il lungo viale che porta al giardino, il piccolo orto di erbe aromatiche, quello che più mi ha colpita è la Grotta!

Una piccola cantina che tanto cantina non è! 

Al centro, accerchiata da botti e vini prevalentemente campani, troviamo un tavolo che crea un’atmosfera unica e suggestiva, infatti viene usato per piccole degustazioni e per “eventi” speciali!

 

Ma chi sono questi fratelli Caponi?

Due sognatori che c’hanno provato!

Una delle cose che ho amato di più oltre il cibo e la location è la storia di Alessandro e Vincenzo che hanno lasciato i loro lavori sicuri per buttarsi in questa pazza,ma splendida avventura, riuscendoci anche meravigliosamente!
Ma ora cosa stiamo aspettando?
Parliamo della parte più importante!
Il CIBO!

Qui è tutto legato all’antica tradizione napoletana, con un pizzico di innovazione che si sposa perfettamente con le vecchie ricette delle nostre nonne.

 

Tra spaghetti,piatti della tradizione e dolci, ritroviamo il pezzo forte che sono sicuramente le pizze!

La pizza è la regina di Casa CaponiNel menù troviamo sia i punti forti della tradizione come la Caponiata e la Margherita, sia le pizze stagionali o gourmet che sono davvero spettacolari!
La mia preferita è sicuramente la “RESTA GOURMET!”
Un’impasto morbidissimo coperto da patate al forno, pancetta affumicata, fior di latte, stracciatella di bufala campana, olio Evo e all’uscita petali di tartufo nero. Leggendo gli ingredienti può sembrare una di quelle pizze pesanti sia per l’occhio che per il palato, invece…

Ne mangeresti un’altra di corsa!
Davvero deliziosa!
Da accompagnatore a tutte queste fantastiche pizze,ma non da meno, sono i vini o le birre artigianali che danno un sapore unico, esaltando le materie prime di altissima qualità.
Ma chi mi conosce sa benissimo che per me una delle parti fondamentali in qualsiasi posto sono i dolci!
E casa Caponi non mi ha delusa neanche in questo! Tra la pastiera scomposta e la loro millefoglie alle amarene e zabaione aromatizzata alla cannella c’è l’imbarazzo della scelta! Ma poi perché bisogna scegliere? Perché non provarli entrambi?

Casa Caponi non è soltanto un’esperienza culinaria ma anche un’esperienza umana! Ti senti come a casa tua, coccolato e a tratti viziato sia dal personale che dai proprietari attenti a qualsiasi tua esigenza!

Non vedo l’ora di ritornarci!

Ringrazio Wstaff per avermi fatto conoscere questo posto meraviglioso e soprattutto avermi donato questa esperienza!

E ricordate, SIAMO TUTTI UN PO’ FRATELLI CAPONI!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *